Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Consorzio Tevere Nera: "Un atto dovuto i 5mila avvisi di pagamento ai morosi"

default_image

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

Il Consorzio di bonifica Tevere Nera per gli interventi di sicurezza, manutenzione e sistemazione idraulica nel 2017 conta di investire circa 3.500.000 euro. Contestualmente l'impegno del Consorzio è concentrato sull'attività irrigua. E a tal proposito si ricorda che, le scarse precipitazioni atmosferiche, hanno indotto il consorzio Tevere Nera ad anticipare l'inizio della stagione irrigua al 3 aprile posticipandone il termine al 15 ottobre. Ciò al fine di prevenire danni al settore agricolo, volendo salvaguardare le coltivazioni e le semine in atto. “Tale intervento riguarda sia il Fiume Nera che il Tevere. Con tale decisione l'amministrazione consortile - si evidenzia - ha inteso sostenere concretamente il mondo agricolo". Tutta questa attività si finanzia con il pagamento del contributo da parte dei consorziati e sono circa 5.000 gli avvisi di notifica inviati ad altrettanti contribuenti morosi: “Ma si tratta di un atto dovuto da parte degli amministratori del Consorzio - viene sottolineato - che hanno avviato un'azione di recupero delle somme dovute. D'altre parte le sentenze delle commissioni tributarie, che nei diversi gradi hanno respinto i ricorsi presentati, hanno legittimato l'azione. L'invito pertanto è a pagare da parte di quei contribuenti che hanno ricevuto l'avviso di notifica, al fine di non incorrere nella ingiunzione di pagamento, con aggravio di ulteriori spese dovute per il recupero”.