Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In manette falso cieco filmato durante una partita di calcio

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

I carabinieri hanno tratto in arresto un 58enne ternano raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare emessa nei suoi confronti dal gip per truffa aggravata continuata in concorso ai danni dello Stato. L'uomo è accusato, con il concorso della compagna dominicana 50enne, che è stata denunciata in stato di libertà per lo stesso reato, di aver percepito dall'Inps una pensione d'invalidità civile, di cui non aveva alcun diritto. Il 58enne, gravato da numerosi precedenti penali, è accusato di aver simulato, dal febbraio 2008 ad oggi, di essere cieco assoluto ottenendo illecitamente l'erogazione della relativa indennità pensionistica per circa 130.000 euro. All'inizio di quest'anno un equipaggio della stazione dei carabinieri di Terni, nel corso di uno dei tanti servizi di controllo del territorio, aveva notato in giro per la città l'uomo mentre svolgeva le normali attività quotidiane in piena autonomia e senza il supporto di alcuno. I successivi riscontri hanno confermato che si trattava di un falso cieco. L'uomo faceva addirittura l'ausiliario dell'arbitro, come guardalinee, nel corso di un incontro di calcio dilettantistico: segnalava correttamente la fuoriuscita del pallone dalla linea laterale del campo alzando la bandierina, seguiva l'azione dei calciatori muovendosi lungo la linea laterale del campo ed alla fine dei tempi regolamentari invertiva la sua posizione in campo spostandosi nella parte longitudinale opposta a quella precedentemente tenuta, il tutto senza l'ausilio di accompagnatori o strumenti tecnici. I carabinieri hanno proceduto anche a dei sequestri conservativi.