Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maxi truffa allo Stato e alle Regioni, 10 denunce

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

Il nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Terni ha portato a termine una complessa attività di polizia amministrativa e giudiziaria nei confronti di una società ternana operante nel settore dei servizi, già destinataria - nel 2016 - di una verifica fiscale conclusasi con la constatazione di violazioni per oltre 70 milioni di euro. Le fiamme gialle hanno appurato che l'amministratore unico dell'azienda controllata, in concorso con altri imprenditori ed avvalendosi di compositi sistemi fraudolenti, perpetrati mediante la formazione e la presentazione agli enti erogatori di documentazione falsa e l'utilizzo di società di comodo, era riuscito a farsi finanziare, in relazione a specifici bandi emanati dal ministero dello Sviluppo Economico e dalle Regioni Umbria e Sardegna, ben 12 progetti di sviluppo in materia di ricerca ed innovazione tecnologica nel settore degli ascensori, i cui effettivi costi di realizzazione si sono rivelati di gran lunga inferiori agli oltre 5 milioni di euro ricevuti a titolo di erogazioni pubbliche. Di conseguenza, oltre al responsabile della società, sono state denunciate altre 9 persone che, a vario titolo, avrebbero preso parte alla commissione dei reati di truffa, falso ideologico e dichiarazione fraudolenta mediante utilizzo di fatture o altri documenti. Sono stati disposti sequestri preventivi per oltre 5 milioni di euro.