Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Prefetto e questore fanno il bilancio: "Reati in calo nel 2016"

Giuseppe Magroni
  • a
  • a
  • a

Un 2016 caratterizzato da un calo generalizzato dei reati su tutto il territorio provinciale, in particolare quelli contro il patrimonio. Numeri salutati con soddisfazione dal prefetto Angela Pagliuca e dal questore Carmine Belfiore che ieri mattina hanno tracciato il bilancio delle attività svolte. "L'anno che si sta per concludere è stato segnato dai recenti terremoti - ha detto Angela Pagliuca -. In questo contesto la prefettura si è fatta trovare pronta sin dai momenti successivi la prima scossa del 24 agosto e il sisma, pur nella tragedia, ha fatto emergere ancora una volta la parte più bella del nostro Paese, in termini di solidarietà". Sul tema della sicurezza il prefetto ha aggiunto che "la tranquillità sociale la si deve in gran parte alle forze di polizia che riescono a dare risposte pronte ed efficaci ai cittadini". In questo senso la prefettura ha coordinato 14 riunioni del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, 18 riunioni di coordinamento delle forze di polizia e il 'gruppo interforze' dedicato alla prevenzione ed al contrasto delle infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale della provincia. Un plauso, da parte del prefetto, è stato rivolto anche ai vigili del fuoco della provincia di Terni "per la loro attività quotidiana e lo sforzo imponente che hanno messo in campo a seguito del sisma". Il Piano coordinato di controllo del territorio, con il pronto intervento assicurato da polizia di Stato e carabinieri, ha portato ad una nuova organizzazione sia a Terni che ad Orvieto. Un impegno esteso anche alla sicurezza stradale con il 'comitato operativo viabilità'. Un altro fronte 'caldo' per la prefettura - "spesso capita che il ministero ci segnali in piena notte l'imminente arrivo di richiedenti asilo", ha detto Angela Pagliuca - è quello dell'immigrazione. In provincia di Terni sono attualmente presenti 620 cittadini stranieri - 591 uomini e 29 donne - che hanno chiesto 'protezione internazionale' e sono ospitati nelle 81 strutture di accoglienza distribuite in 16 comuni del territorio. Il questore Carmine Belfiore ha espresso "un ringraziamento a tutte le forze dell'ordine con cui si è instaurata una collaborazione positiva, stando ai risultati ottenuti, ed alla procura che svolge una fondamentale attività di coordinamento nell'assoluto rispetto dei ruoli". Sui reati registrati in provincia nel corso del 2016: "Le banche dati del Sistema d'Indagine del ministero dell'interno ci dicono che sono tutti o quasi in calo. Sul territorio - ha spiegato il questore - la prevenzione funziona con un sistema di controllo costante. L'invito che rivolgiamo ai cittadini, la cui collaborazione è sempre decisiva, è di contattarci ogni volta che percepiscono situazioni 'strane' o sospette". In base ai dati del 'sistema supporto decisioni' dello Sdi, fra il 2015 e il 2016 i reati denunciati in provincia di Terni sono diminuiti del 15% (da 7.750 a 6.658), con un netto calo dei furti (-16%, da 3.677 a 3.115). Il 'crollo' riguarda in particolare in furti in abitazione che nel solo comune di Terni sono scesi da 436 a 205 (-53%), mentre su base provinciale la diminuzione è stata del 23%.