Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il marketing dell'Apocalisse, libro sull'Isis presentato a Palazzo Spada

Giuseppe Magroni
  • a
  • a
  • a

"Il mio libro? Uno spaccato dell' aspetto strategico della comunicazione del Califfato Islamico" risponde Bruno Ballardini (esperto in comunicazione strategica) a chi dal pubblico domanda il perché del curioso titolo della sua opera, Isis, Marketing dell' Apocalisse (Baldini&Castoldi, 2015). Il saggio è stato presentato ieri pomeriggio nella sala del consiglio comunale a Palazzo Spada. "Tecniche e regia occidentali - spiega Ballardini - per propugnare l' idea, vincente, di un' organizzazione che, invece, perde colpi e arretra sul piano militare". Ma che cos'è l'Isis e dove e come nasce?" "Nel 2006, quando il qaedista al Baghdadi lascia un campo di detenzione americano, rilasciato malgrado forti sospetti sulla sua pericolosità. Ecco, Isis nasce allora: gli Usa avevano ricevuto un netto rifiuto da parte irachena sulla possibilità di costruire 5 basi nel loro territorio e l'Isis, nella sua forma originaria, appariva come strumento destabilizzante del tessuto sociale iracheno. Oggi raccoglie militanti giovani, di età compresa fra l'adolescenza e i trent'anni, in quella fascia più incline ad assorbire il messaggio di fanatismo del Califfato e anche pronti a propagandarlo, attraverso quei metodi, quegli strumenti del mondo globalizzato quei canali che un giovane conosce e sfrutta per veicolare idee e contenuti".