Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Truffe ai malati gravi, arrestate sei persone

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Avrebbero ideato un sistema del tutto inefficace per la "cura" di malati gravi. Questa almeno è l'accusa per la quale nella mattinata di martedì 27 settembre sono state arrestate sei persone, di cui cinque in carcere e una ai domiciliari, che dovranno rispondere del reato di associazione a delinquere finalizzata alle truffe verso persone gravemente ammalate. L'operazione è stata eseguita dalla squadra mobile di Terni. Fra gli arrestati figurano il medico Pierluigi Proietti, già responsabile del reparto di odontostomatologia dell'ospedale di Terni e cugino di primo grado del noto attore Gigi Proietti, l'ingegnere biomedico Edoardo Romani, Fabrizio De Silvestri, la fisioterapista Annalisa Grasso, il farmacista di Rieti Giovanni Domenico Petrini ed un dipendente della società, anche quest'ultimo di Rieti e finito ai domiciliari. Nessuno di loro operava, attualmente, in strutture pubbliche. L'indagine avrebbe interessato circa duecento casi di persone affette da malattie degenerative – sclerosi multipla in particolare.