Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spaccio di cocaina con l'aiuto del cane, marito e moglie in manette

La droga sequestrata

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Moglie e marito trovati con un etto di cocaina purissima. Una casalinga di 56 anni di origini campane e un ternano di 45 anni impiegato in un'azienda locale, sono stati arrestati dalla polizia di Terni con l'accusa di spaccio di sostanza stupefacente. Secondo quanto ricostruito dagli agenti i due si servivano del loro appartamento in zona Borgo Bovio per preparare e rivendere ai clienti la cocaina purissima che è stata sequestrata lunedì durante il blitz della sezione antidroga della squadra mobile coordinata dal vice questore aggiunto Alfredo Luzi. Durante dei servizi di controllo i poliziotti hanno notato un particolare movimento di noti tossicodipendenti anche della “Terni bene”, davanti ad un palazzo. Intorno alle 16 uno di questi è stato fermato poco dopo essere uscito dall'abitazione ed è stato trovato con circa un grammo di droga, così come altri assuntori fermati nel corso del pomeriggio, per un totale di oltre 5 grammi di cocaina sequestrata. Individuata l'abitazione, gli agenti hanno fatto irruzione, trovandosi davanti un cane feroce, messo subito in sicurezza e dimostratosi, poco dopo, molto più docile di quanto il suo aspetto avrebbe fatto ritenere. Dai successivi accertamenti, è emerso che il cane aveva il doppio scopo di intimorire i clienti e di fornire una copertura alla proprietaria, che con la scusa di portarlo a spasso nel parco sottostante, smerciava la droga. Nell'abitazione gli agenti hanno trovato buste in nylon, sostanza da taglio, 300 euro e, nascosta all'interno di una scatola di cibo per cani, un bustina di tela foderata contenente circa 50 grammi di cocaina purissima ancora da tagliare, mentre all'interno di una busta di plastica sull'appendiabiti, circa 100 dosi di stupefacente pronto per essere spacciato del peso complessivo di 40 grammi. La droga, che opportunamente tagliata, avrebbe garantito ai due un giro di affari di 10.000 euro a settimana, è stata sequestrata.