Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Discussione davanti al bar con minacce, condannato giovane

default_image

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Una lite finita con le minacce, forse a causa del troppo alcol ingerito. E' costata cara la discussione davanti a un bar a un ragazzo di 24 anni, condannato a quattro mesi di reclusione per minacce e sei mesi di arresto per porto di arma e oggetti atti ad offendere. Sul banco degli imputati un 24enne di Lugnano in Teverina. Il fatto risale alla sera del 27 novembre 2010: dopo qualche bicchiere di troppo con gli amici, in un chiosco bar di Penna in Teverina, il giovane si era allontanato senza pagare e portandosi via un bicchiere. Poi lo aveva tirato in terra rompendolo in mille pezzi. Così un altro avventore gli aveva fatto notare che qualcuno poteva farsi male. Ne era nata una discussione con il giovane che aveva minacciato l'altro avventore con un coltello, secondo l'accusa, o con un apribottiglie per alcuni testimoni: "Se t'avvicini, te buco". Nei confronti dell'uomo minacciato, il tribunale ha disposto una provvisionale pari a mille euro, oltre al risarcimento in sede civile.