Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La città piange Stefano, il ragazzo che amava il calcio e la vita

Stefano Galletti

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Increduli, distrutti, annichiliti: non ci sono altri aggettivi per descrivere lo stato d'animo dei familiari e dei tanti, tantissimi amici di “Teto”, Stefano Galletti, il 29enne di Strettura morto in seguito al terribile incidente avvenuto sabato lungo il viadotto Toano sul raccordo Terni-Orte, nei pressi dello svincolo Terni Est, in cui ha perso la vita anche un 60enne di nazionalità americana. LEGGI Frontale con due vittime, Stefano è morto mentre andava allo stadio e GUARDA LE FOTO A piangerlo è un'intera città, quella di Terni, dove Stefano aveva costruito la sua vita. Straziante il dolore dei familiari, di papà Dino, ristoratore conosciuto da tanti con la sua storica trattoria Margherita a Strettura, di mamma Luciana che proprio venerdì - su Facebook - aveva condiviso un messaggio che, letto con gli occhi di oggi, appare straziante: “Un figlio è vita, un figlio è ossigeno, è forza e amore. E' luce, è la ricchezza di una famiglia, è un pezzo di cuore fuori dal tuo corpo”. E il dolore indelebile della sorella Valentina, avvocato, della fidanzata Claudia con cui voleva continuare a costruire la propria vita. Un lavoro nell'ambito assicurativo, una passione totale per il calcio - da giocatore della Gm10 di Guardea e Montecchio nel campionato di promozione, ma anche da grande tifoso, soprattutto della Ternana - Stefano era il classico ragazzo che ama stare insieme agli altri. LEGGI Stefano, la dedica della Ternana e il dolore della Gm10 Il padre di Stefano, che lo precedeva di qualche centinaio di metri a bordo della sua Bmw, non si sarebbe reso conto subito dell'accaduto. Poi è piombato sulla scena e il resto è stato solo dolore. Stefano era solo in macchina perché, prima di andare allo stadio, sarebbe andato a prendere degli amici che lo hanno aspettato invano. Domenica, dalle 11,30, sarà allestita la camera ardente in obitorio mentre i funerali dovrebbero svolgersi a Strettura martedì.