Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Poliziotto aggredito nell'infermeria del carcere

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Agente aggredito in carcere da un detenuto. "A sole tre settimane dal suicidio di un detenuto nel carcere di Terni, un altro grave evento critico caratterizza il penitenziario ternano". L'aggressione contro un poliziotto penitenziario da parte di un detenuto scatena la reazione del Sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe. Secondo quanto riferito dal sindacato l'episodio è accaduto lunedì, nell'infermeria del carcere, quando un detenuto appartenente al circuito Alta Sicurezza ha colpito violentemente un poliziotto penitenziario. “Sembra che a nessuno, a parte noi, interessa e preoccupa che quasi ogni giorno in un carcere qualche poliziotto penitenziario venga picchiato. Certo non all'Amministrazione penitenziaria dell'Umbria e di quella nazionale che nonostante le centinaia di casi in tutta Italia e le decine in Regione, non adottano alcun provvedimento per porre fine a queste ignobili colluttazioni, adottando ad esempio pesanti sanzioni disciplinari contro i responsabili. Forse pensano che siamo da macello, che disarmati e senza alcuna tutela abbiamo quasi il dovere di prendere schiaffi in servizio”, attacca il segretario regionale Sappe dell'Umbria, Fabrizio Bonino.