Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Allevamento abusivo, sequestrati cuccioli di chihuahua

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Dodici chihuahua con passaporti stranieri e cinque cuccioli appena nati sequestrati in un allevamento di San Gemini. Denunciata la proprietaria. L'accusa è quella di detenzione illegale e allevamento abusivo di cani. I cuccioli, secondo quanto riferito dalla questura di Terni, erano destinati alla vendita in internet. Gli investigatori della squadra mobile hanno effettuato un sopralluogo insieme al personale dell'Asl e al presidente dell'associazione Eital onlus (Ente italiano tutela animali e lupo) e hanno trovato 12 chihuahua, con 5 cuccioli appena nati, tenuti in parte in tre gabbie sovrapposte in una stanza maleodorante di 30 metri e gli altri in una piccola struttura fatiscente. Entrambi gli ambienti, riferiscono dalla polizia, erano privi dei requisiti previsti dalla legge in materia. La titolare, una donna italiana, ha dichiarato agli agenti di essere un'allevatrice, ma è stata denunciata per detenzione in allevamento abusivo, in quanto – essendo la struttura ignota alle autorità sanitarie - i cani non potevano usufruire di cure a assistenza adeguate. I cani sono stati sequestrati e affidati all'Eital, mentre le indagini della polizia continuano per individuare eventuali traffici illegali internazionali di animali destinati ad essere venduti in internet.