Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Senzatetto e sbandati, blitz della polizia

Il blitz della polizia

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Lotta serrata alla criminalità e all'immigrazione clandestina da parte della polizia di Terni che, nella notte tra martedì e mercoledì, si è concentrata nelle zone cittadine oggetto di esposti e segnalazioni da parte dei residenti perché diventate ricettacolo di senzatetto e sbandati. Quattro equipaggi del reparto prevenzione crimine Umbria-Marche e due della squadra volante hanno passato al setaccio le aree dell'ex Camuzzi, dell'ex Lanificio di via Gruber e di Porta Sant'Angelo, vicino al Parco Ciaurro, dove in un locale di proprietà del Comune sono stati trovati quattro rumeni (tre uomini e una donna, di età compresa tra i 34 e i 22 anni), che dopo aver rotto la catena, messa dagli operai del Comune, erano entrati nello stabile, adibendolo a dormitorio, con materassi poggiati sul pavimento, chiudendosi dall'interno con un lucchetto. GUARDA LE FOTO DEL BLITZ: Foto 1 - Foto 2  Portati in questura, sono stati prima tutti denunciati per danneggiamento aggravato ed invasione di terreni ed edifici in concorso, poi allontanati dal territorio nazionale per motivi di ordine e sicurezza pubblica, tenuto conto anche dei loro precedenti penali per reati analoghi e contro il patrimonio. Vicino alla stazione ferroviaria è stato controllato un cittadino nigeriano di 37 anni, residente a Marsciano, con precedenti penali per stupefacenti e reati contro il patrimonio, in attesa di rinnovo del permesso di soggiorno dalla Questura di Perugia. L'uomo ha detto agli agenti della Volante di essere in attesa del treno per Perugia, ma non appena gli agenti si sono allontanati, invece di salire sul treno, si è diretto verso il centro. E' stato fermato dopo pochi metri e portato in questura, dove gli è stato notificato il Foglio di via obbligatorio con divieto di fare ritorno in città per tre anni; inoltre è stata verificata una discordanza dei dati personali sulla carta di identità, che è stata per questo sequestrata ed inviata al Comune di Marsciano per ulteriori accertamenti. In totale sono state controllate 104 persone e 47 auto in 10 posti di controllo.