Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Cani e gatti non trasmettono il Coronavirus. Consigli utili ai cittadini da Comune, Usl e veterinari di Terni

Lo slogan della campagna lanciata a Terni

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

"I cani e i gatti non trasmettono il virus". Con questo slogan l'assessorato comunale al Benessere Animale lancia una campagna insieme all'Ordine dei medici veterinari della provincia di Terni, alla Usl Umbria 2-Servizio sanitario regionale, al canile comunale di Colleluna e al canile-rifugio di monte Argento. L'appello a tutti coloro che hanno un animale domestico è dunque di non considerarlo come un potenziale veicolo di trasmissione del virus, di usare comunque tutte le normali precauzioni igieniche e soprattutto di non evitare cani e gatti in questo periodo e tanto meno di non abbandonarli. Il presidente dell'Ordine dei medici veterinari provinciali Danilo Serva, il responsabile del servizio di sanità animale della Usl Umbria 2 Roberto Giannelli e l'assessore comunale al Benessere Animale Cristiano Ceccotti invitano i cittadini a seguire alcune semplici regole. Si precisa che il virus riconosce nel contagio interumano la via principale di trasmissione. L'uomo è infatti il serbatoio di infezione. Semmai è importante proteggere gli animali di pazienti affetti da Covid-19, limitando la loro esposizione. Per quello che riguarda la possibile presenza passiva del virus su pelo e zampe, va detto che la sua vitalità nell'ambiente e quindi la sua carica infettante è molto bassa; e comunque per evitare ogni rischio, può essere utile al rientro in casa, da eventuali passeggiate all'esterno, lavare le zampe con detergenti come acqua e sapone. L'ingiustificato ricorso ad operazioni continue ed esagerate di disinfezione degli animali rischia invece di essere più dannosi per l'animale rispetto al Sars-CoV-2.