Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, otto multe e una denuncia della polizia locale a Terni per chi non rispetta il decreto

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

A Terni 515 controlli per gli spostamenti delle persone, con otto sanzioni amministrative e una denuncia penale. Sono 138 le verifiche sulla chiusura degli esercizi commerciali senza alcuna infrazione e nove verifiche, anche in questo caso senza alcuna violazione, nei confronti di persone che si trovano nelle proprie abitazioni a seguito di ordinanza per motivi sanitari.E' questo il bilancio reso noto dalla direzione della polizia locale in merito ai controlli effettuati dal 22 al 27  marzo sul rispetto delle direttive nazionali e locali sul contrasto alla diffusione dell'epidemia di Covid-19 in atto. Le otto sanzioni riguardano il mancato rispetto dell'ordinanza del sindaco, Leonardo Latini, del 21 marzo che disciplina la possibilità di attività motoria e di conduzione fuori dall'abitazione degli animali domestici. Le ammende vanno da 50 a 300 euro. La polizia locale ha dato luogo a una denuncia all'autorità giudiziaria nei confronti di un ternano, che fermato a ridosso dell'aviosuperficie, ha tentato di giustificarsi dicendo di essere uscito di casa perché aveva bisogno di legna per il barbecue. In merito ai dati diffusi, l'assessore alla Polizia Locale, Giovanna Scarcia, dichiara che “la polizia locale sta svolgendo un intenso lavoro con controlli differenziati e  diffusi su tutto il territorio, aggiungendo così un apporto significativo all'azione coordinata con le forze dell'ordine. Dai controlli effettuati emerge che, complessivamente, i ternani hanno recepito l'importanza delle disposizioni governative e delle ordinanze sindacali".