Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Commozione ai funerali di Laura Livi, massacrata dal marito

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Si sono svolti sabato 1 novembre nella chiesa di San Pietro i funerali di Laura Livi, la donna di 36 anni massacrata a coltellate dal marito geloso mentre i loro due figli dormivano nella stanza accanto.  Seduti nei primi banchi, sconvolti dal dolore, la mamma Serena e il papà Adriano con il fratello di lei, Lorenzo. E poi la cugina Francesca, gli zii Bernardina e Generoso e tantissimi amici, colleghi di lavoro e parenti che le hanno voluto tributare l'ultimo saluto. Il feretro è entrato nella chiesa di San Pietro, coperto da fiori bianchi, segno di una purezza calpestata da una ferocia inaudita. Corale la partecipazione alle esequie con molte persone rimaste sul sagrato, non avendo trovato posto all'interno della chiesa. In quella notte maledetta un'intera famiglia è stata annientata in pochi istanti. Con due bambini, di appena due e sette anni, ora affidati alle cure dei nonni materni, che non hanno più una mamma e che, di fatto, hanno perso anche il papà. E mentre decine di persone piangevano la povera Laura, Franco Sorgenti, il marito assassino, si arrovellava in una cella del carcere di vocabolo Sabbione.