Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La vertenza Ast protagonista alla manifestazione della Cgil

Operai Ast a Roma

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

La vertenza Ast sul palco di piazza San Giovanni a Roma. E' stato Stefano Garzuglia, delegato Fiom delle acciaierie ternane, a raccontare ai manifestanti chiamati a raccolta dalla Cgil a Roma cosa sta succedendo nella Conca. GUARDA il video La lotta per il posto di lavoro, ma non solo. La lotta per non far morire tutto il polo siderurgico con le conseguenze, drammatiche sul piano sociale, che si porterebbe dietro. "C'è una multinazionale - ha detto - che pensa di recuperare i costi del nostro stabilimento tagliando occupazione, salari e diritti. Noi lavoratori non ci stiamo: saremo in piazza oggi e ci torneremo domani. Chiediamo una politica per lo stabilimento che torni a discutere di volumi e investimenti sul territorio. Al governo chiediamo una politica industriale, che manca da 20 anni per il territorio e quindi per il nostro stabilimento. Il governo deve intervenire e dire alla multinazionale di continuare a investire e dare prospettive". Sono stati quasi 5mila gli umbri che hanno raggiunto la capitale grazie a 62 pullman (15 solo da Terni), auto private e treni per ribadire le ragioni della lotta contro il Job act varato dal governo. E Garzuglia ha spiegato anche le prossime battaglie di questa lunga guerra: in primo luogo la presenza domenica 26 ottobre alla Leopolda per portare la vertenza Ast in casa di Renzi. Applausi a scena aperta da tutta la piazza, con la consapevolezza che però c'è ancora moltissimo da fare.