Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Licenziamento per 537 dipendenti Ast: sciopero fino alle 14 di venerdì

L'assemblea in strada (Foto Principi)

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Sindacati e operai hanno deciso di passare alle vie di fatto. E così, dopo il fallimento delle trattative e l'annuncio della dirigenza Tk Ast di voler andare avanti con la mobilità, hanno proclamato lo sciopero. GUARDA le foto Braccia incrociate fino alle 14 di venerdì 10 ottobre, così ha deciso l'assemblea degli operai che si sono trovati in viale Brin. GUARDA il video Assemblea che si è svolta in strada dopo che l'azienda ha negato l'accesso ai lavoratori che non erano in turno. Oltre allo sciopero deciso anche il presidio delle portinerie. GUARDA il video dell'assemblea  Tocca alla Regione dare i numeri della drammatica vertenza: "Questa mattina (giovedì 9 otobre) alle 11,46 sono pervenute comunicazioni ufficiali presso i competenti servizi regionali della Regione Umbria, da parte delle aziende del gruppo Ast, relativamente all'avvio delle procedure di licenziamento collettivo per riduzione di personale ex art 4 e 24 legge 223/91 per complessivi 537 dipendenti. LO SFOGO DEL MINISTRO GUIDI - LA RABBIA DELLA CGIL UMBRA Per Ast la procedura riguarda 473 dipendenti di cui 381 operai e 92 impiegati e quadri, per la Società delle Fucine 45 dipendenti di cui 30 operai e 15 impiegati e quadri, per il Tubificio di Terni 7 dipendenti di cui 2 operai e 5 impiegati e quadri, per Aspasiel Srl 12 impiegati e quadri. Le procedure prevedono la conclusione nel termine massimo di 75 giorni decorrenti dalla data di avvio derogabili in caso di espressa e congiunta manifestazione di volontà delle aziende e delle rappresentanze sindacali".