Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'addio a Francesco Nobili commuove Piediluco

Il lenzuolo bianco sulla scalinata della chiesa

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

"Ciao Fra'". Così recitava il lenzuolo bianco che campeggiava sulla scalinata della chiesa di San Francesco a Piediluco, gremita per l'ultimo saluto a Francesco Nobili, il ristoratore morto domenica mattina a 43 anni mentre era in sella al suo scooter (GUARDA LE FOTO) lungo la variante che costeggia il lago (FOTO - 2). Oltre ai familiari, compaesani, amici e conoscenti, da Terni e anche da Rieti sono venuti a rendere l'ultimo omaggio a Francesco. LE FOTO DEI FUNERALI Appena la bara ha varcato la soglia della chiesa è scattato spontaneamente uno scrosciante applauso che ha rotto per qualche momento quella atmosfera di profonda tristezza e di inconsolabile dolore, soprattutto per la moglie Cristina e i due figlioletti di tre e otto anni. Tantissima gente è rimasta fuori sul sagrato e sulla strada perché la chiesa di San Francesco non poteva contenere tutti i presenti. C'era anche una delegazione del Circolo canottieri di Piediluco e della Pro loco, due associazioni a cui Francesco, che gli amici chiamavano “Lu scoiu”, era molto legato e per le quali sono state raccolte offerte. Nel corso della santa messa il parroco don Giovanni ha rivolto il pensiero più toccante alla figlia di otto anni del ristoratore: “Papà lo cercherai tanto e sentirai un grande vuoto, quando succederà questo cercalo nel tuo cuore e lui sarà sempre con te. Non lasciare che si perdano nella disperazione i suoi insegnamenti e il suo amore per te”. Servizio completo nel Corriere dell'Umbria del 28 agosto