Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, calci e pugni per rubare il cellulare a un giovane ternano: a processo due egiziani

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Due egiziani, di 20 e 22 anni, sono stati rinviati a giudizio per rapina dal tribunale di Terni. L'episodio risale al 9 settembre del 2018 quando in corso Vecchio, nel centro storico di Terni, un 22enne ternano era stato assalito dai due  egiziani, connessi al giro di droga che al tempo caratterizzava la zona e anche piazza Solferino. Il ragazzo era stato spintonato e quindi colpito con calci e pugni. I due gli erano anche saliti sopra con i piedi mentre si trovava a terra. Il tutto per rubare il suo telefono cellulare, raccolto il quale erano fuggiti di corsa dalla scena. Dopo il primo intervento della Squadra Volante, chiesto dalla ragazza del giovane picchiato che per prima aveva lanciato l'allarme, le indagini della Squadra Mobile si erano concentrati sui “giri” di piazza Solferino, riuscendo - con l'aiuto della vittima - ad individuare i due rapinatori: i ragazzi egiziani poi indagati per rapina in concorso, già gravati da numerosi precedenti penali per droga ed altri reati, anche contro la persona.  La mattina fi mercoledì 19 febbraio 2020 il gup, Simona Tordelli, li ha rinviati a giudizio, accogliendo la richiesta formulata in tal senso dalla pubblica accusa. I due - difesi dall'avvocato Francesco Mattiangeli - verranno giudicati dal tribunale di Terni in composizione collegiale.