Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: progetto Filar, corsi per i detenuti del carcere di Sabbione per diventare chef o pizzaioli

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Quarantotto detenuti avranno la possibilità di diventare chef o pizzaioli. E' il senso di un progetto, che prenderà il via lunedì 13 gennaio 2020, rivolto agli ospiti della sezione di media e massima sicurezza del carcere di Terni di vocabolo Sabbione. Si tratta del progetto Filar (Formazione per l'Inclusione socio Lavorativa nel settore della Ristorazione), promosso da Regione Umbria e istituto penitenziario, con la partecipazione di esponenti del mondo del lavoro, del volontariato, istituzioni pubbliche (fra cui i Comuni di Terni, Narni ed Amelia) e tutti coloro che hanno ritenuto di voler unire le proprie specifiche competenze e rete di relazioni per raggiungere obiettivi comuni.  L'iniziativa, unica nel suo genere, prevede il coinvolgimento diretto dei detenuti in due percorsi formativi, nel settore della ristorazione commerciale/collettiva: uno in ambito culinario, «Preparazioni gastronomiche - Addetto alla Cucina», in due edizioni della durata di 120 ore ciascuna, ed uno riservato alla «Pizzeria», sempre in due edizioni della medesima durata. Filar è stato finanziato dalla Regione Umbria. I detenuti, attraverso la partecipazione a percorsi didattici attivi e motivanti, avranno l'opportunità di prepararsi ad un progetto di vita futuro capace di coniugare sapere e saper fare verso l'acquisizione di competenze coerenti con le esigenze del mercato del lavoro.