Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Muore alla guida del tir, ma prima evita una strage

default_image

Una camionista di Terni stroncata da un infarto. Finita in terza corsia lungo la A1 è riuscita a portarsi in un punto meno pericoloso, poi si è accasciata sul volante

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

E' riuscita con le ultime forze a condurre il camion sulla corsia di emergenza e imboccare in qualche modo lo svincolo che porta all'area del parcheggio Crostolo. Qui si è accasciata al volante ed è morta, probabilmente per un infarto. E' la storia degli ultimi minuti di vita di Patrizia Bauducco, camionista di 53 anni, nata a Torino ma residente a Terni. Si è sentita male alla guida del suo tir e ha finito per invadere la terza corsia lungo la A1 (nei pressi di Reggio Emilia), in direzione nord, urtando più volte il newjersey. Nonostante il malore però si è accorta che il suo mezzo avrebbe potuto diventare un'arma micidiale per le altre vetture e così è riuscita prima di morire a trascinare il tir in un punto meno pericoloso. Sul posto gli agenti della polizia, allertati da altri automobilisti, con l'auto medica e l'ambulanza. Il 118 ha fatto poi intervenire l'elisoccorso, ma è stato tutto inutile.