Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stroncone, Luciano Brunetti il cacciatore morto dopo essere precipitato in un dirupo

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

La sua passione più cara, la caccia, gli è costata cara. Luciano Brunetti è morto proprio mentre stava sul campo, durante una battuta di caccia al cinghiale in località Vallescura, nella zona di Coppe, frazione di Stroncone dove era nato 66 anni fa. (LEGGI) Da tempo si era trasferito a Finocchieto, altra frazione di Stroncone. E oggi tutta Stroncone lo piange e si stringe alla famiglia del pensionato molto conosciuto come un abile cacciatore. Ma il pomeriggio di sabato 28 dicembre 2019  il destino gli è stato crudele. L'uomo è caduto in un dirupo e le lesioni riportate non gli hanno dato scampo. A chiamare i soccorsi sono stati alcune persone che stavano con lui. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco in una giornata particolarmente impegnativa per la concomitanza dell'esplosione nella palazzina di via degli Arroni tanto da dover inviare una squadra del distaccamento di Amelia. Ma la zona impervia ha richiesto anche  la presenza del Soccorso alpino e speleologico dell'Umbria con tre squadre di tecnici, operatori e sanitari che, dopo aver raggiunto il cacciatore, non hanno potuto fare altro che constatare l'avvenuto decesso. Il corpo è stato trasportato attraverso una speciale barella portantina con tecniche alpinistiche. Sul luogo della tragedia anche i carabinieri e il pm di turno, Matthias Viggiano. Il caso infatti, è finito all'attenzione della procura che ha aperto un fascicolo avviando le indagini per fare piena luce sulla dinamica dell'incidente.