Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, muore per un malore. Vegliato dal cane Leo. Appello per adottare l'animale rimasto senza padrone

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

Sarà sepolto al cimitero di Terni, Stefano Onida, l'uomo di 56 anni, originario della Sardegna, morto nell'abitazione di largo Mazzancolli che gli aveva messa a disposizione il parroco di Santa Croce. L'uomo, stroncato da un malore, era stato trovato senza vita nella casa. La salma è stata trasferita all'obitorio in attesa dei funerali. Stefano era sempre insieme al suo cane Leo che l'ha vegliato sino all'ultimo. Ora l'animale dovrà essere adottato da qualcuno disposto a prendersene cura. Don Roberto Cherubini, il parroco della chiesa di Santa Croce, ha rivolto un appello a quanti fossero interessati ad adottare il cane che per Stefano era la ragione di vita. Intanto sono arrivati da Milano a Terni i familiari dell'uomo per tributargli l'ultimo saluto.