Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

E' morto Alberto Provantini

default_image

L'ex parlamentare aveva coniato il fortunato slogan “L'Italia ha un cuore verde, l'Umbria”

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Dopo una lunga malattia, affrontata sempre con coraggio e determinazione, il cuore di Alberto Provantini ha ceduto. L'ex parlamentare del Pci, nato a Terni nel giugno del '41, lascia un grande vuoto. Era stato deputato, vicepresidente della Fondazione Gramsci, assessore regionale, presidente della Provincia e giornalista. Aveva coniato il fortunato slogan “L'Italia ha un cuore verde, l'Umbria”. Alla famiglia è stato espresso il cordoglio dell'intero mondo politico umbro. “Ho appreso con grande dolore la notizia della morte di Alberto Provantini. In questo momento vorrei innanzitutto manifestare alla sua famiglia la mia profonda ed affettuosa vicinanza ed esprimere il cordoglio di tutta la Giunta regionale”. È quanto afferma la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. “È difficile, in questo momento di grande commozione, trovare le parole giuste per ricordarlo, anche perché a lui ero legata da una lunga amicizia. Un rapporto personale che mi ha permesso di conoscere le straordinarie doti umane di Alberto e la sua passione politica”. “Così come ha affrontato con forza e coraggio la sua lunga malattia – dice la presidente – ha vissuto la sua esperienza politica ed istituzionale. Non è affatto retorico dire oggi che Alberto Provantini era un ‘cavallo di razza' della politica. Nemmeno nelle ultime ore ha rinunciato ad essere con me, e con i tanti che con lui si rapportavano, diretto e schietto nel far sentire il suo punto di vista. Così come non ha smesso, fino all'ultimo, di essere protagonista del dibattito politico, attraverso i suoi scritti, le sue innumerevoli iniziative editoriali, fino al libro che aveva appena terminato per raccontare la storia dei 130 anni delle Acciaierie di Terni. Un libro che purtroppo non potrà presentare”.   “Di lui voglio ricordare in questo momento  - sottolinea la presidente Marini - anche lo spirito creativo che lo portò alla straordinaria idea di Umbria Jazz che ancora oggi è per la regione il festival che tutti nel mondo apprezzano e amano. È proprio a lui che dobbiamo riconoscere la paternità della nascita di Umbria Jazz. Così come anche a lui dobbiamo la felice e fortunata intuizione dello slogan che ancora oggi è il nostro ‘manifesto', ‘Umbria cuore verde d'Italia'. E mi piace ricordare anche la sua grande generosità politica – aggiunge la presidente - perché era uno che amava i giovani e voleva fortemente che fossero protagonisti, a testimonianza di un modo di vivere ed intendere la politica per quella che deve essere: servizio per gli altri e non rendita personale”. “Ci mancherà molto – conclude la presidente Marini - e mancherà molto a me”. “Scompare un amico caro. Un vero intellettuale ed un politico di valore che ha sempre rappresentato un punto di riferimento per Terni e per l'Umbria”. è quanto afferma l'assessore regionale Fabio Paparelli, esprimendo il cordoglio per la morte di Alberto Provantini. “Il suo esempio, la sua passione politica, la sua forza etica e morale – dice l'assessore - non saranno dimenticati”. “Esprimo profondissimo dolore per la morte di Alberto Provantini, amico e compagno di militanza politica di lunga data, amministratore capace e lungimirante, che ha contribuito alla nascita e allo sviluppo della Regione Umbria, nel superiore interesse dei cittadini, autore intelligente ed acuto analista della contemporaneità”. È quanto afferma l'assessore regionale Fabrizio Bracco.  “Grande commozione e dolore per la morte di Alberto Provantini, un uomo che  con il suo impegno, la sua passione e la sua intelligenza ha dato un contributo altissimo allo sviluppo della città di Terni e dell'Umbria,  interpretando nella maniera più nobile e generosa quella 'scelta di vita' dell'impegno politico e istituzionale fatta in giovanissima età”. Così il presidente dell'assemblea legislativa Eros Brega  che, a nome dell'intero consiglio regionale, esprime “profondo cordoglio e vicinanza ai familiari” di Alberto Provantini. “A nome mio personale e del gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, esprimo profondo dolore per la scomparsa di Alberto Provantini. Un uomo di grande qualità umana e con un alto senso delle istituzioni, che ho avuto modo di conoscere e apprezzare sin dai primi tempi del mio impegno in politica e di cui mi onoro di essere stato amico”. Così il capogruppo di FI Raffaele Nevi, che di Provantini ricorda “la lucidità con cui analizzava i fatti politici dell'Umbria e dell'Italia. Lascia alla politica regionale un grande esempio di come si deve intendere la politica, prima di tutto come servizio. Memorabili le sue appassionate discussioni sulla necessità di trovare forme di collaborazione a prescindere dagli schieramenti politici. Mi mancherà, io ho imparato molto da Alberto Provantini e sono orgoglioso di essere stato suo amico. Invio le più sentite condoglianze e un grande abbraccio alla moglie e ai figli”.   “La scomparsa di Alberto Provantini ci addolora profondamente e ci lascia un vuoto incolmabile”. Così, in una nota, Lamberto Bottini, segretario del Pd Umbria. “Perdiamo un uomo di grande valore, generoso, appassionato, leale. Un politico intelligente ed equilibrato, mosso da raro senso delle istituzioni e dalla volontà di fare bene per l'Umbria, esempio di buona politica, che ha contributo in misura importante alla crescita della comunità, protagonista illustre della storia della nostra regione. Un professionista attento e di qualità, che ci ha regalato, anche negli ultimi anni, uno sguardo lucido e pungente sui tempi controversi che il Paese attraversa con fatica. La sua esperienza e il suo valore siano d'esempio a noi e alle nuove generazioni, a quanti sono e vorranno mettersi al servizio della comunità, delle istituzioni nell'interesse generale. In questo momento di profondo dolore ci stringiamo attorno ai familiari di Alberto, a cui rivolgiamo il nostro più sentito cordoglio”. "A nome dell''intero gruppo socialista in Consiglio regionale esprimo il nostro cordoglio alla famiglia di Alberto Provantini": ad annunciarlo oggi e'' il capogruppo Massimo Buconi. "Con lui - afferma Buconi in una nota - l''Umbria perde un positivo esempio di uomo politico e di amministratore, che ha saputo cerare costruttive relazioni con le diverse forze politiche, dimostrando una visione esemplare degli incarichi istituzionali che univa gli interessi del territorio ternano ad uno sguardo piu'' ampio sullo sviluppo dell''intera Umbria".