Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sostanze tossiche nel Nera, denunciato amministratore delegato di un'azienda

Il fiume aveva assunto una colorazione bianca lattiginosa: deferito anche il responsabile del settore di prevenzione dell'inquinamento idrico

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Il corpo forestale ha concluso le indagini per accertare le responsabilità di uno sversamento di sostanze tossiche nel fiume Nera: nella zona a valle del polo chimico il fiume infatti aveva assunto per lunghi tratti una colorazione bianca lattiginosa, mentre nella zona si era diffuso un odore acre irritante per la gola e gli occhi, segno evidente di un'immissione illecita di sostanze chimiche. Presenti anche pesci morti che galleggiavano. Al termine delle indagini si è scoperto che la sostanza biancastra proveniva dall'insediamento industriale dell'ex-Polymer; la società responsabile dello sversamento è un'azienda che produce pellicole in polipropilene opportunamente stampate e proprio le sostanze utilizzate per la stampa sono quelle poi sversate nel fiume Nera. Sversamento che sarebbe avvenuto, a detta dei tecnici aziendali, a causa di un'ostruzione della tubazione adducente al depuratore. Per questo sono stati denunciati l'amministratore delegato e il responsabile del settore di prevenzione dell'inquinamento idrico della società che dovranno rispondere di violazioni alle norme ambientali per abbandono di rifiuti liquidi immessi in acque superficiali e per deturpamento ambientale del fiume Nera.