Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, due si offrono per gestire il Caos: ecco chi sono

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Sono in due a contendersi la gestione del polo museale ternano. La mattina di venerdì 29 novembre 2019 sono state aperte le buste arrivate negli uffici di Palazzo Spada: si tratta di Alis l'Ati con Actl, Consorzio Camù Centri d'arte e musei e Bipede Booking and Production contro l'emiliana Le Macchine Celibi, in gara da sola. Locale e nota la prima cordata: Coop Alis e Aclt fanno parte dell'attuale gestione del Caos, oltre ad aver gestito la cascata delle Marmore fino allo scorso gennaio, a cui si aggiunge il Consorzio Camù, che gestisce i principali spazi dedicate all'arte contemporanea di Cagliari, oltre a organizzare mostre e progetti di ampio respiro. Bipede, infine, è la realtà ternana che gestisce gli eventi che si svolgono all'anfiteatro romano, oltre a collaborare attivamente per il Festival dei Due Mondi di Spoleto e ad aver organizzato alcune edizione della Notte Bianca ternana. Macchine Celibi invece è una realtà bolognese, attiva sul territorio da 29 anni, che opera in dieci regioni, ovvero Emilia Romagna, Toscana, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Marche, Lazio, Liguria, Umbria. Conta 250 soci dipendenti e si occupa di formazione, informazione turistica, teatri, centri giovanili, musei e centri culturali e biblioteche. A Terni gestisce attività laboratoriali in città da circa un anno. (Servizio completo sul Corriere dell'Umbria del 30 novembre 2019 – COMPRA L'EDIZIONE DIGITALE)