Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La "cupola" aperta alle scuole, non alle società sportive

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Se l'estate è stata calda, per il pasticcio degli impianti sportivi della Provincia di Terni, l'autunno non sembra rasserenare gli animi, visto che i problemi non si sono risolti ed anzi, in alcuni casi, sembrano complicarsi. Uno di questi riguarda il palazzetto di viale Trieste, meglio conosciuto come “la cupola”, per la sua caratteristica forma, per il quale la Provincia ha (avrebbe) pronto il bando per la sua gestione. Finora non è stato pubblicato, anche se pare sia questione di... ore, ma quello che più conta è che Palazzo Bazzani ha deciso di riaprirlo alle scuole, la mattina, dopo che per tutta l'estate era stata irremovibile sull'eventuale utilizzo pomeridiano delle società di pallacanestro. Mai prima del bando di cui sopra. “Noi quest'anno siamo senza campo - attacca Francesco Ciommei, presidente dell'Interamna Basket - così siamo stati costretti a rinunciare al campionato di serie D e ad inventarci i mostri per gli allenamenti. Attualmente il lunedì ci alleniamo a Soriano nel Cimino, in provincia di Viterbo, e il mercoledì a Spoleto. Grazie a rapporti di amicizia personali, il venerdì abbiamo ottenuto la disponibilità di un'ora nella nuova palestra dell'istituto Leonino, dove a questo punto contiamo di giocare le partite del campionato amatoriale Csi, al quale ci siamo iscritti. In tutto questo periodo ci è stato detto che la cupola non era ‘assolutamente' disponibile. Ora invece la ritroviamo impiegata per le ore scolastiche. Ma come, non doveva essere utilizzata solo dopo il bando e l'effettuazione dei lavori? E' inspiegabile". (Servizio completo sul Corriere dell'Umbria del 6 ottobre 2019 – COMPRA L'EDIZIONE DIGITALE)