Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sempre pazza Inter, soffre ma va in Champions con l'Atalanta: Milan quinto

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

L'Atalanta e l'Inter sono le altre due squadre italiane qualificate per la fase a gironi della Champions League 2019/2020. I ragazzi di Gasperini e quelli di Spalletti raggiungono Juventus e Napoli grazie alle vittorie rispettivamente contro il Sassuolo per 3-1 e l'Empoli per 2-1. Non basta al Milan la vittoria per 3-2 in casa della Spal, i rossoneri chiudono al quinto posto che vale l'Europa League. Al sesto posto chiude la Roma (1-1 contro il Parma), che giocherà invece i preliminari di Europa League. L'altra squadra italiana qualificata per l'Europa League è la Lazio, vincitrice della Coppa Italia. È l'Empoli l'ultima squadra retrocessa in Serie B. Determinante per la compagine toscana la sconfitta a San Siro contro l'Inter per 2-1. Si salvano Fiorentina e Genoa che hanno pareggiato 0-0 nello scontro diretto. A San Siro la partita più intensa della serata, con emozioni e colpi di scena. Nel primo tempo i nerazzurri di Spalletti si vedono respingere da Dragowski diverse occasioni, ma anche Handanovic è bravo su Caputo. I gol nella ripresa: apre il subentrato Keita al 5'. L'Inter sembra in controllo, ma al 15' Icardi si fa parare un rigore ancora da Dragowski. A questo punto l'Empoli prende coraggio e trova il pari clamoroso con Traorè al 31, gelando i 70000 di San Siro. I nerazzurri sono in preda al panico, Nainggolan però mantiene il sangue freddo e segna il 2-1 ribadendo in rete su tap in dopo un palo colpito da Vecino. Nel finale succede di tutto: prima è decisivo D'Ambrosio con un salvataggio miracoloso, poi è Handanovic prodigioso su Ucan, dall'altra parte Keita sciupa il possibile 3-1. Ma non è finita: al 95' Brozovic, con Dragowski fuori dai pali, realizza il tris. Il portiere dei toscani però era stato trattenuto da Keita, l'arbitro, grazie al consulto del Var, annulla. L'Empoli si rituffa in avanti e alla fine Handanovic salva di nuovo. L'Inter è in Champions, con una partita tipica del suo Dna.