Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'addio di Nesta: "Grazie Perugia. E' stata un'annata intensa e costruttiva"

Il saluto di Nesta tramite Instagram

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

A confermare quanto raccontato sull'edizione cartacea del Corriere dell'Umbria è arrivato l'addio ufficiale di Alessandro Nesta al Perugia. Il campione del mondo di Berlino 2006 ha scelto il proprio profilo Instagram. "Si conclude un'esperienza incredibile, che mi ha permesso di crescere, svolgendo un lavoro che amo. Grazie a tutto il Perugia Calcio, ai miei ragazzi e ai tifosi biancorossi che ci hanno sostenuto tutto l'anno con passione ed orgoglio, al Curi e in trasferta. È stata un'annata faticosa, con momenti esultanti ed altri meno, ma sicuramente intensa, positiva e costruttiva. Ancora grazie a tutti e a presto" il post pubblicato nel primo pomeriggio di martedì dopo che la sua volontà di terminare l'avventura biancorossa aveva fatto il giro del pianeta. Contestualmente anche il club, sul proprio sito internet, ha ufficializzato la separazione con i consueti ringraziamenti di rito. Le strade del Grifo e di Alessandro Nesta si sono separate lunedì pomeriggio. L'incontro con il presidente Massimiliano Santopadre, alla presenza del direttore dell'area tecnica Roberto Goretti, non ha prodotto l'attesa fumata bianca. Non c'è stata convergenza su idee e progetti per dare la  tanto attesa e sospirata continuità tecnica che tutti si auspicavano. L'incontro è avvenuto a Fiano Romano, quartier generale della Frankie Garage, l'azienda del presidente, e dopo aver analizzato la stagione, le problematiche emerse e soprattutto le idee per sviluppare la prossima annata, le parti si sono salutate e date appuntamento a martedì per l'ufficializzazione.  Nonostante il pressing dei vertici del club il tecnico non ha ritenuto di proseguire l'avventura in biancorosso e lascia. Nessun problema di natura economica, nessun altro club alle spalle: il campione del mondo di Berlino 2006 ora tornerà a Miami e poi aspetterà una chiamata. Chi resta è invece Roberto Goretti: l'uomo che ha costruito tutte le rose del Grifo dell'era Santopadre è indispensabile e, a meno di sorprese, proseguirà l'avventura in biancorosso iniziando a trovare il prossimo allenatore del Grifo. Il dirigente cercherà di ottenere almeno la continuità tattica visto che nell'incontro di Fiano ha dovuto certificare, a malincuore, l'addio di Nesta. servizio di Nicola Uras