Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giocatore minaccia di morte l'arbitro

Lorenzo Fiorucci
  • a
  • a
  • a

Un giovane della squadra Juniores Under 19 della Nestor Marsciano è stato squalificato fino all'8 aprile per aver minacciato di morte l'arbitro. "Ti ammazzo, ti do un cazzotto". E' la frase riportata nel referto arbitrale che ha poi indotto il giudice sportivo a prendere la decisione per la squalifica di due mesi. Ancora giornate calde sui campi di calcio dell'Umbria, con gli arbitri sempre nel mirino di giocatori e dirigenti, come è successo in Prima categoria con un dirigente della Grifo Cannara che "poneva le sue mani sul petto dell'arbitro, spingendolo leggermente". Tornando ai campionati giovanili, ci sono anche scaramucce fra avversari. Un Under 17 del Pontevalleceppi ha dato una "manata al volto all'avversario e dopo il provvedimento disciplinare dell'espulsione, lo minacciava di morte", stop per quattro giornate.