Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, Notari spiega il mercato: "Righetti no, Spalluto forse"

spalluto Foto:  simone grilli

Il presidente e la campagna di rafforzamento della squadra

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

Righetti? No. Spalluto? Vediamo, bisogna mettere insieme tante cose”. L’anno vecchio è alle spalle, il presidente del Gubbio Notari guarda avanti senza dimenticare da dove si viene. “Non c’è futuro senza passato”. Come giudica il 2022? “In maniera positiva - dice - il bilancio è stato più che buono. Nella seconda parte dello scorso campionato abbiamo chiuso al settimo posto in classifica e abbiamo disputato i playoff uscendo al secondo turno con il Pescara ma a testa altissima. Per questa stagione con l’arrivo di Braglia abbiamo voluto dare un segnale preciso: l’obiettivo è quello di migliorare quanto fatto in precedenza. Ce la stiamo mettendo tutta e ci stiamo impegnando per tagliare il traguardo”.

 

È dunque soddisfatto dell’attuale posizione in classifica? “Certo, ma come ha detto Braglia, mi piacerebbe giocarmela fino alla fine e sarebbe bellissimo spuntarla noi. Insomma voglio dire che ci siamo e vogliamo starci, lì dove siamo”. Scelta azzeccata quella del tecnico. “Sì, mi piace. Ha esperienza, capacità, e soprattutto un carattere che è come il mio: se ti deve dire qualcosa, bella o brutta che sia, ti viene a cercare in ufficio e te la dice in faccia. Esattamente come faccio io”. 

 

“Sa fare, e bene, il suo mestiere”. E vuole vincere. Cosa che piace anche a lei. Giusto? “Se dispendesse da me le vorrei vincere tutte”. Quante operazioni metterete a segno sul mercato? “Non abbiamo un numero stabilito, fisso per forza. Diciamo che finora abbiamo parlato di alcune cose e che il progetto potrebbe essere realizzato assicurandoci tre-quattro operazioni mirate”. Proviamo a indovinare: un portiere, un difensore, un centrocampista e un attaccante? “Non sono un tecnico”. Come dicevamo di nomi ne stanno già circolando parecchi. “È sempre così, il mercato è questo”.