Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Torres-Gubbio, Scappini ci prova: "Ai rossoblù ho già segnato due anni fa"

scappini

Il bomber perugino guida l'attacco dei sardi che sabato giocano contro il team di Braglia

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

Stagione 2015-2016, Stefano Scappini con la maglia del Pontedera mette a segno 24 gol in 32 partite. E’ il calciatore umbro che ha segnato più di tutti. Per questo viene premiato dal Corriere dell’Umbria e Salvatore Bagni gli consegna il premio sul palco di “Vota il Campione”. Da allora il bomber perugino (classe 1988) ha fatto tanta strada, è arrivato fino alla Serie B con la Cremonese, ha giocato in grandi club come Reggiana e Modena, e adesso è l’ariete della Torres (nella squadra sarda milita anche l’ex rossoblù Sergio Suciu), prossimo avversario del Gubbio. Braglia lo conosce bene perché proprio con la maglia della Cremonese Scappini ha vinto il campionato di Serie C 2016-2017 (ha segnato 2 gol nell'ultima decisiva partita allo "Zini" vinta per 3-2 contro il Racing Roma) davanti all’Alessandria che era stata costruito dal tecnico rossoblù e aveva dominato per larga parte della stagione.

 

“Contro il Gubbio sarà una partita difficilissima - dice - la squadra di Braglia è quadrata, solida. Ha calciatori di spessore. Ma noi vogliamo dare continuità alla vittoria di Carrara e ce la metteremo tutta”. Tra i rossoblù ha giocato con Redolfi, giusto? “Sì, quando entrambi eravamo nella Cremonese. Lo conosco bene. Ma conosco anche altri calciatori del Gubbio per averci giocato contro. Tra questi Mbakogu e Vazquez, soltanto per fare dei nomi. Nella squadra umbra, oltre a calciatori esperti, ci sono però anche degli under che stanno facendo bene. Tra questi Arena che secondo me è molto forte”. La Torres? “Siamo una buona squadra. I miei compagni sono straordinari. Ci manca solo un po’ di continuità e dobbiamo lavorare per quello”.

 

Ha giocato in 14 club per un totale di oltre 400 partite (410) e ha firmato 115 gol in campionato più quelli nei vari tornei di Coppa Italia. Ed è andato a segno anche domenica scorsa a Carrara su rigore. Ha fatto gol anche contro il Gubbio due stagioni fa (27 settembre 2020) quando militava nel Modena. “Sì, al “Barbetti” ho trasformato il rigore del 2-0 a una decina di minuti dalla fine”. Ha detto che contro i "lupi" sarà una partita difficile. “Sì, anche perché in trasferta sono pericolosi. Noi però vogliamo fare bene e non molleremo di un centimetro”.