Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Superlega, Sir a Cisterna: Anastasi cambia ancora

 sir susa Foto:  Benda

Previste diverse rotazioni per la delicata trasferta di domani contro la sorpresa del torneo

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

C'è coach Soli e con lui di fronte è sempre bene scherzare poco. Ma c'è soprattutto Cisterna che viaggia alla grande ed è la sorpresa numero uno di questa stagione. Domani alle 18 l'invincibile armata della Sir gioca in terra pontina contro la Top volley poco accreditata nei pronostici di inizio campionato, ma capace di portarsi fino alla terza posizione. Tra gli artefici del miracolo Cisterna il tecnico Soli, per i bianconeri di patron Sirci da sempre un brutto cliente. I precedenti alla guida con Ravenna e Monza degli ultimi anni stanno lì, a dimostrarlo. Che Perugia, soprattutto in questo momento di grazia, sia superiore è palese. E non c'è neanche bisogno di ricordarlo. Ma poi c'è il taraflex di gioco e la partita che va affrontato con il giusto piglio e la consueta determinazione per evitare brutte sorprese, visto che dall'altra parte della rete ci sarà una formazione pronta a dare battaglia "a braccio sciolto". In questo momento il sogno di ogni squadra è battere la Sir, scrivere il proprio nome nel libro storico della stagione, come la prima ad aver fermato la marcia inarrestabile della capolista finora sempre vincente. In Superlega (nove su nove), in Supercoppa e Champions (due su due).

 

In tutto 13 successi e una striscia immacolata che Perugia non ha alcuna intenzione di interrompere. Men che meno coach Anastasi che ha già annunciato le consuete rotazioni, marchio di fabbrica della gestione del timoniere mantovano. Quindi se Rychlicki e Flavio sono stati a riposo giovedì sera nel roboante 3-0 a Modena, è facile vederli domani in campo nel ruolo di opposto e di centrale a fianco di Solè (Russo ed Herrera partono dalla panchina). Il resto della squadra vedrà dall'inizio Giannelli in regia, Colaci in seconda linea e il tandem di schiacciatori Leon-Semeniuk. Salvo altre rotazioni, da non escludere conoscendo Anastasi.