Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia-Genoa, Curi da record: si va verso i seimila spettatori e oltre duemila tifosi ospiti

Domenico Cantarini
  • a
  • a
  • a

Il fascino di questa sfida affonda le proprie radici nella storia del pallone e delle due città. Il Perugia è stata la prima squadra imbattibile, il Genoa ha vinto il primo scudetto (9 in totale). I due club hanno eleganza e lungimiranza nel corredo genetico. Il “derby del Grifone” torna in campionato dopo quasi vent’anni e sugli spalti sarà spettacolo fra due tifoserie accomunate da rispetto e amicizia. Domenica al Curi è attesa una bellissima cornice di pubblico per un testacoda che comunque difficilmente tradirà le attese. Anche se in campo c’è un gap di 45 milioni di euro nel valore delle due rose in favore dei rossoblù (60 milioni il Genoa contro i 15 del Perugia). 
 

 

DERBY DEL GRIFONE La squadra di Castori sta faticando nei bassissimi fondi mentre intorno al lavoro di Blessin, terzo in classifica, c’è un certo scetticismo dettato dal fatto che la squadra rossoblù è lontana dall’essere la schiacciasassi attesa. La posta in palio è dunque altissima e il tifo farà certamente la propria parte. Da Genova sono attesi oltre duemila supporter: polverizzati i tagliandi per il settore ospiti, i genoani hanno ottenuto anche altri biglietti dopo il parere positivo della Commissione provinciale di vigilanza all’apertura di Gradinata a Tribuna. “Per i tifosi ospiti - si legge nella nota ufficiale - sono stati concessi ulteriori tagliandi per Tribuna Est settore E e Tribuna Ovest settore A”. Anche sulla sponda biancorossa c’è fermento, nella speranza che possa arrivare finalmente la tanto sospirata svolta. La prevendita è già a quota 5.725, si viaggia dunque verso il record stagionale di presenze al Curi (al momento 5.872 contro il Pisa)
 

 

LA TRADIZIONE Castori ha una tradizione positiva contro il Genoa. Nei 7 precedenti ci sono 2 pareggi, un ko e 4 successi nei 4 confronti più recenti: con il Cesena (2-1) nella B 2006-07 e in Serie A due volte alla guida del Carpi nella stagione 2015-16 (2-1 in trasferta e 4-1 in casa) e l’anno scorso sulla panchina della Salernitana (1-0). Anche il Grifo perugino ha una buona storia contro il “fratello” rossoblù. Dagli anni ’60 Perugia e Genoa si sono affrontate 30 volte nelle varie competizioni: 9 successi liguri, 14 pareggi e 7 vittorie biancorosse. In terra umbra comanda il Perugia con 4 vittorie, 8 pareggi e 2 ko. Per ritrovare l’ultimo successo del Genoa bisogna tornare al Santa Giuliana e al maggio 1975 (2-1). Al Curi i rossoblù non sono mai passati: l’ultimo confronto è del 2004 e finì con uno spettacolare 2-2 fra il Perugia di Colantuono e il Genoa del freschissimo ex Cosmi: i rossoblù andarono avanti due volte con Milito e Tedesco (in mezzo il pari di Fusani) ma in pieno recupero fu un gol di Mascara a fissare il punteggio sul 2-2.