Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sputi dei tifosi al guardalinee, Sansepolcro stangato. Testa a testa con l'arbitro, squalificato 12 giornate

  • a
  • a
  • a

Tanto lavoro anche questa settimana per il giudice sportivo dell’Umbria che ha dovuto esaminare referti arbitrali particolarmente “caldi”.
ECCELLENZA Multa di 420 euro al Sansepolcro perché “durante l’arco della partita, un nutrito gruppo di tifosi di detta società, faceva oggetto l’assistente dell’arbitro di lancio di cose e sputi, accompagnando tale condotta con insulti e minacce - si legge nel comunicato del Cru -. Uno di detti tifosi, altresì, teneva condotta gravemente irriguardosa nei confronti del citato assistente. Gravi insulti e frasi blasfeme venivano, altresì, proferite nei confronti dell’arbitro”.

 

 

Squalificato per quattro gare l’attaccante biturgense Andane Essoussi “perché, al 45’ del primo tempo - si legge ancora -, con la palla non a distanza di gioco, colpiva con un violento pugno al costato un avversario il quale, dopo aver barcollato per qualche metro, si fermava dolorante, senza reagire al colpo subito”. 
 

 

SECONDA CATEGORIA L’allenatore dei Leoni Calcio è stato fermato fino al 15 marzo 2023 “perché, al 49’ del secondo tempo, entrava senza autorizzazione in campo, protestando a gran voce contro l’arbitro. Avvicinatosi a questi, altresì, si poneva in maniera gravemente irriguardosa ed intimidatoria nei suoi confronti, appoggiando il pugno sotto il mento dell'arbitro senza procurargli dolore”. Espulso poi per 12 gare un giocatore degli stessi Leoni “perché, al 49’ del secondo tempo, benché si trovasse in panchina poichè sostituito nel corso della partita, entrava senza autorizzazione in campo, protestando a gran voce contro l'arbitro, con l’evidente intento di dare man forte ad un dirigente che lo precedeva. Avvicinatosi all’arbitro, si poneva in maniera gravemente irriguardosa ed intimidatoria nei suoi confronti, appoggiando la sua testa contro quella dell’arbitro, senza procuragli dolore”.