Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calderini carica il Città di Castello: "Poche chiacchiere, il nostro valore va dimostrato in campo"

  • a
  • a
  • a

Il Città di Castello domenica scorsa nella gara casalinga contro la capolista Pianese ha incassato in campionato la sua terza sconfitta consecutiva. Ora la squadra biancorossa dalla zona alta è scivolata a centro classifica, a quattro punti dalla zona play off, però anche a quattro punti dalla zona calda dei play out.

 

 

Dopo le tre sconfitte subite con Arezzo, Poggibonsi e Pianese, Elio Calderini capitano del Città di Castello, ha indicato la rotta per uscire da un momento molto delicato: “Nell'ultima gara contro la Pianese la squadra pur priva di tre giocatori per squalifica, compreso il sottoscritto, non ha sfigurato contro la prima della classe, l'unico rammarico rimane solo che non sono riusciti a raccogliere punti, per la mole di gioco prodotta. Perciò fin dalla prossima gara in trasferta con il Follonica Gavorrano dobbiamo dimostrare di avere più fame e rabbia dei nostri avversari”.
 

 

 

Ti preoccupa il momento no che state attraversando?
“Il gruppo è unito ed è molto carico, per questo sono certo che abbiamo tutte le possibilità di riprenderci. Non è il momento di fare chiacchiere ma di dimostrare sul campo il nostro valore. Dobbiamo avere la voglia di essere una squadra affamata che ha voglia di rincorrere i piani alti della classifica, fin da domenica prossima contro il Follonica Gavorrano. Per cui se riusciamo a dare la sterzata necessaria i risultati torneranno ad arrivare”.
Come giudica la prestazione del reparto offensivo? Produce tanto e segna poco...
“Il reparto offensivo è in linea con la squadra che durante la gara è sovente padrona del gioco. Purtroppo non riusciamo a capitalizzare quanto creiamo, per errori nostri o per parate miracolose dei portieri per cui bisogna che diventiamo più cinici. Perchè il campionato di serie D è difficile, dove ci sono avversari blasonati, con giocatori di qualità”.