Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Brunori nella top ten dei bomber del Palermo di tutti i tempi

L'attaccante assisiate ha raggiunto quota 38 gol in maglia rosanero

Carlo Forciniti
  • a
  • a
  • a

Tre reti nelle prime cinque giornate. L’attaccante del Palermo, Matteo Brunori, aveva approcciato il campionato di Serie B sulla scia di quanto aveva fatto la scorsa stagione in Lega Pro. Segnando con continuità. Nella fase centrale della prima parte del torneo cadetto, il calo sotto porta. Fino alla recente risalita condita da altri tre centri in altrettante gare. E grazie alla doppietta realizzata nell’ultimo turno contro il Cosenza (la prima in B, ndr), la punta assisiate classe 1994, con un passato tra Petrignano, Foligno e Villabiagio, è entrato nella storia del club siciliano. Perché i 38 gol segnati con le aquile lo vedono stazionare al decimo posto nella classifica relativa ai bomber più prolifici del Palermo ogni epoca. Una speciale graduatoria comandata da un grande del Grifo che fu: Fabrizio Miccoli, autore di 81 centri tra il 2007 ed il 2013. 

 

In questa stagione è andato a segno 6 volte come Coda, attaccante del Genoa. La vetta della classifica marcatori non è poi così lontana dato che Cheddira (Bari) è a quota 9. Nelle ultime ore, di Brunori ha parlato anche il diesse del Perugia, Renzo Castagnini che in rosanero ha condiviso con l’attaccante la splendida annata culminata con la promozione in cadetteria. “L’ho voluto in tutti i modi - ha raccontato in un’intervista rilascia a tuttomercatoweb -. Mi piaceva. Il giocatore ha qualità importanti, è tecnico e veloce. Ha ancora margini di miglioramento. Con un po’ di fortuna può arrivare in Serie A”.

 

Il direttore sportivo del Grifo si è soffermato anche sul momento che attraversa la squadra del patron Santopadre. "Siamo a novembre. C’è tempo per mettere a posto la classifica. Le ultime due partite le abbiamo fatte bene. Non so se il fatto che sia arrivata la sosta sia meglio o peggio, ma noi siamo in salute. Il mercato? Più che al mercato bisogna guardare cosa è successo dentro. I valori non rispecchiano la classifica. I calciatori del Perugia non hanno reso secondo le aspettative e qualità. Però sono giocatori di valore. Aspettiamo la loro crescita”.