Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Passaro saluta le Next Gen Finals di Milano: "Un'esperienza che non dimenticherò"

  • a
  • a
  • a

Giornata di verdetti, quella di giovedì 10 novembre, alle Intesa Sanpaolo Next Gen Finals all’Allianz Cloud di Milano. Con il ceco Jiri Lehecka a prendersi il primo posto utile per le semifinali nel Gruppo Verde, a spese di un Matteo Arnaldi provato dalle fatiche dei giorni scorsi. Il primo match del giovedì non ha comunque tradito le attese, offrendo a tratti un tennis davvero spettacolare.

 

 

Peccato per il ligure di Sanremo, che pur offrendo la solita prestazione di cuore ha dovuto cedere il passo a un avversario di valore, numero 74 Atp: 4-3, 4-1, 4-3 lo score finale in un’ora e 18 minuti. Niente da fare anche per l’altro italiano, il perugino dello Junior Francesco Passaro (numero 119 al mondo), sconfitto dall’americano Brandon Nakashima sempre in tre set con il punteggio di 4-3, 4-2, 4-1. Passaro ha retto il confronto con il numero 49 del ranking fino al 4-3 2-2, per poi arrendersi alla maggior esperienza del quartofinalista di Wimbledon che anche l’anno scorso era arrivato tra i primi quattro delle Next Gen Atp Finals.

 

 

Il perugino ha servito con il 53% la prima e ha commesso tanti errori (25) gratuiti, chiudendo il match con un saldo vincenti/errori di -13 (-2 invece per il quarto del seeding). Il classe 2001, quindi esce di scena e, subito dopo il match, ha voluto salutare i tifosi e ringraziare il proprio team per il sostegno mai fatto mancare: “Grazie al mio team sempre vicino, grazie Milano per il supporto - ha scritto il tennista sulla propria pagina Facebook -. Un'esperienza che non dimenticherò”.