Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, Lucarelli aspetta la Spal: "Gara complicata. Donnarumma? No agli individualismi"

Lucarelli Foto: Stefano Principi

Fere in campo oggi alle 14 al Liberati contro la squadra di De Rossi. Tiene banco il futuro del bomber

Michele Fratto
  • a
  • a
  • a

Dalla situazione Donnarumma dopo le parole del procuratore, allo spirito battagliero da tenere intravisto al San Nicola di Bari fino al primo confronto in panchina con De Rossi, sono stati tanti i temi toccati ieri venerdì 4 novembre in sala stampa da Cristiano Lucarelli che con la sua Ternana oggi alle 14 sfida al Liberati la Spal.

 

 

"Per me la Ternana è una grande famiglia - ha detto il tecnico livornese -, alle componenti esterne non devo dare risposte. Con Alfredo (Donnarumma, ndr) ho parlato in maniera schietta, poi l’intervista del procuratore (nella quale dichiarava che il suo assistito se ne sarebbe andato a gennaio in caso di scarso utilizzo a Terni, ndr) è uscita il giorno dopo. Se dovessi scegliere su simpatie e antipatie, Defendi, Paghera e Proietti giocherebbero sempre.  Io non garantisco il posto a nessuno, magari la prossima settimana gli chiederò cosa ne pensa delle parole del procuratore. Ora la palla passa a lui per dire se condivide quelle frasi. Se emergono individualismi diventa più complicato". E la Spal? "De Rossi è un ragazzo molto intelligente e anche in campo ha sempre dato la sensazione di diventare un futuro tecnico - ha detto ancora Lucarelli -. Sarà una partita interessante quanto complicata in cui dovremo avere tanta pazienza”.