Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, ora un trittico di gare da paura

coulibaly Foto:  Principi

Dopo il 3-0 al Palermo Lucarelli preoccupato per le condizioni di Capuano

Riccardo Tommasi
  • a
  • a
  • a

Una Ternana bellissima travolge per 3-0 il Palermo e si piazza in piena zona play off di Serie B. Un successo senza alcun diritto di replica dove le Fere hanno rischiato pochissimo al cospetto della neo promossa siciliana che ci ha messo il cuore, ma non è riuscita a fare di più. I numeri a questo punto parlano chiaro con la quarta vittoria consecutiva ottenuta proprio ieri, di cui la terza di fila senza subire reti. Il tecnico rossoverde Cristiano Lucarelli fa da pompiere, invitando l’ambiente a rimanere concentrato sull’obiettivo di vivere partita dopo partita. “Abbiamo un gruppo molto unito e mi stanno piacendo i ragazzi che entrano anche a partita in corso. L’atteggiamento di tutti è quello giusto ed infatti si vede un senso di compattezza, così almeno mi dicono quelli che vedono la partita dalle tribune quindi avendo una visuale più completa dall’alto. La madre di tutto questo è la mentalità e l’atteggiamento che ci ha portato ad avere anche una solidità difensiva importante. Siamo all’ottava giornata, perciò ad un quinto del campionato ed il percorso è ancora molto lungo per poter esprimere giudizi definitivi. Se a marzo staremo qui ancora ad apprezzare l’atteggiamento di questa squadra allora potremo anche fare altri tipi di discorsi. I tifosi hanno il diritto di sognare invece e per noi è un onore suscitargli certi pensieri e certe emozioni. La nostra filosofia è di vivere di partita in partita perché il calcio è così, oggi sei un campione e domani sei un brocco”.

 

Contro il Palermo si è vista una delle più belle prestazioni della Ternana degli ultimi anni, con un avversario dominato in lungo e largo. “Nel primo tempo siamo stati poco concreti ed è questo quello che non mi è piaciuto. Quando non segni poi può diventare difficile vincere le gare se qualche episodio ti gira contro. Dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista, ma già nella ripresa è cambiato in quanto siamo stati letali. Andiamo avanti a testa bassa con il nostro trattore e a testa bassa. Magari ti capitano alcune partite sbagliate e vai in difficoltà, noi dobbiamo essere in grado di adeguarci anche a situazioni complesse visto che questo campionato è davvero maledetto”.

 

Adesso trittico importante contro le corazzate Benevento, Genoa e Bari, ma il pensiero del mister va anche per l’infortunio occorso a Capuano nel primo tempo della sfida di ieri contro il Palermo. “E’ andato direttamente a Villa Stuart per fare degli accertamenti medici, speriamo che non sia nulla di grave perché abbiamo bisogno di Capuano come di chiunque altro elemento di questo gruppo”.