Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bruno Bolchi, come è morto e chi era l'ex calciatore e allenatore: per due volte ha guidato la Ternana. E' stata la prima figurina della Panini

  • a
  • a
  • a

Il mondo del calcio piange Bruno Bolchi. L'ex centrocampista e allenatore è morto ieri sera, martedì 27 settembre, all'età di 82 anni a Firenze. Era malato da tempo. Nato a Milano il 21 febbraio 1940, da calciatore esordisce in Serie A nella stagione 1957-1958 con la maglia dell’Inter a 18 anni. Sono sei le stagioni in nerazzurro, impreziosite da uno scudetto e dalla fascia di capitano a 21 anni. Nel 1961 fu inoltre il primo calciatore ad apparire sulle figurine della Panini. Successivamente, nel novembre del 1963, Maciste (così fu soprannominato per la sua prestanza fisica) passa al Verona, in Serie B, e, l’anno successivo, all’Atalanta, in A; quindi si trasferisce al Torino, dove termina la sua esperienza nella massima serie dopo oltre 200 presenze e 12 reti. Bolchi, che totalizza quattro presenze in Nazionale, chiude la sua carriera da calciatore nella Pro Patria, in Serie C, nel campionato 1970-71.

 

 

Da allenatore è stato capace di conseguire quattro promozioni in Serie A: nel 1983 assume la guida del Bari, in C1, e lo porta fino alla massima serie nel 1984-1985. Ripete le vittorie in cadetteria con Cesena (1986-1987), Lecce (1992-1993) e Reggina (1998-1999). Tante le squadre da lui allenate, tra queste l'Arezzo, nella stagione 1987-1988 (venne esonerato a febbraio), e la Ternana per ben due volte: la prima fu da gennaio a giugno 2002, poi tornò alla guida delle Fere da aprile a giugno 2004.