Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, pochi gol: ma ora c'è lo specialista Baldini

 Baldini Foto:  Belfiore

Il tecnico toscano ha avuto lo stesso problema a Palermo, poi risolto alla grande

Carlo Forciniti
  • a
  • a
  • a

E’ passata poco più di una settimana dalla rivoluzione in panchina. Il giorno seguente alla sconfitta nel derby contro la Ternana, il presidente Santopadre ha rotto gli indugi. Come? Esonerando Fabrizio Castori per affidare il Grifo a Silvio Baldini. Qualcosa, più di qualcosa non ha funzionato sotto la guida dell’allenatore marchigiano. Tra le altre, senz’altro l’incisività sotto porta dato che quello dei biancorossi è attualmente il peggior attacco della Serie B con appena 3 reti all’attivo. Ma ora, la musica può cambiare. Perché il neo tecnico è uno specialista nel rendere le sue squadre delle macchine da gol o giù di lì. Basti pensare agli effetti provocati nello scorso campionato dal suo avvento sulla panchina del Palermo. E’ il 24 dicembre 2021 quando l'originario di Massa prende il timone del club rosanero. In quel momento e dopo 20 gare disputate, la formazione siciliana è andata a bersaglio 25 volte. Da lì al termine della stagione regolare, piovono gol a grappoli. Nei successivi 17 turni (non si giocherà il derby di ritorno con il Catania ormai fallito, ndr), ecco il boom. Le aquile spiccano il volo andando in rete ben 39 volte, ad una media di ben più di due centri a partita. E nei playoff che varranno al Palermo la promozione in Serie B, saranno 13 le marcature in otto gare disputate. 

 

Baldini dà nuova linfa a tutto l’attacco, rendendo indimenticabile l’annata di Matteo Brunori che supera i portieri avversari con enorme facilità. Ed anche qui c’è un prima ed un dopo. Fin quando i rosanero sono guidati da Giacomo Filippi, l’assisiate classe 1994 realizza 7 reti. Un buon bottino ma niente di più. Con Baldini, ne aggiunge 22 tra regular season e playoff (18+4). Un precedente incoraggiante per gli attaccanti del Grifo. Chissà che sotto la nuova gestione, almeno uno tra i vari Strizzolo, Melchiorri, Di Serio, Olivieri, Matos e Di Carmine possa fare il salto di qualità sotto porta. 

 

A beneficiare della cura Baldini in tempi recenti è stata anche la Carrarese che nei primi tre dei quattro anni in cui sulla panchina c’era l’ex allenatore, tra le altre, dell’Empoli, ha sempre avuto uno degli attacchi migliori del girone A di Lega Pro. Terzo nell’annata 2017-2018 a quota 57, contro i 59 del Giana Erminio ed i 64 del Livorno. Nella stagione successiva, nessuno fa meglio. La Carrarese va a bersaglio ben 65 volte. Nel 2019-2020, solo il Monza segna più dei giallazzurri: 53 a 47. Insomma, se ci si sofferma sul passato più o meno recente, disporre di Silvio Baldini in panchina è un’assicurazione in termini di gol realizzati. Uno degli aspetti in cui il Perugia attuale ha bisogno di crescere maggiormente per cominciare ad allontanarsi dai bassifondi della classifica.