Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, lo staff di Baldini e la conferma della difesa a tre

baldini-santopadre

L'ex tecnico del Palermo ritrova Luperini che potrebbe fare il trequartista

  • a
  • a
  • a

Il nuovo allenatore del Perugia Silvio Baldini sbarca a Pian di Massiano intorno alla metà mattinata di ieri. Da lì a breve mette nero su bianco su un contratto che lo lega al Grifo fino al 30 giugno 2023. Compagni di avventura sono il vice allenatore Stefano Cuoghi, ex centrocampista con un passato proprio in biancorosso nell’annata 1985-1986, il preparatore dei portieri Cristiano Lupatelli, il figlio Mattia Baldini che ricopre il ruolo di match analyst, ed il collaboratore Matteo Valeri che ieri ha diretto la seduta per quanto riguarda la parte atletica. Il Perugia è alla ricerca di un preparatore atletico da aggregare allo staff impreziosito inoltre da un mental coach, Nicola Colonnata, che comunque non è tesserato con la società del patron Santopadre.

 

Il presidente partecipa a bordo campo di fianco al diesse Marco Giannitti al primo allenamento targato Baldini. Inizialmente, la sessione è fissata intorno alle ore 16 ma il tecnico si prende un po’ di tempo per parlare con i giocatori negli spogliatoi. Un’ora più tardi circa e davanti ad una cinquantina di tifosi, si comincia a sudare sul campo. Il dialogo con Dell’Orco e compagni è frequente. Perché più di una volta, Baldini richiama a sé i grifoni per precisare alcuni concetti. 

 

Nell’ultima annata, il natio di Massa ha fatto le fortune del Palermo con la difesa a 4 ed un 4-2-3-1 di partenza. In questa nuova avventura, la difesa a tre resta però un’opzione più che concreta. Non è un caso che ieri abbia provato a disporre il Grifo con un 3-4-1-2 in cui Luperini fungeva da trequartista. Nei prossimi allenamenti, ci sarà il modo per far collimare le sue idee con i giocatori a disposizione. Intanto, la nuova era inizia all’insegna dell’ottimismo. Che nel calcio ma non solo in quel mondo, aiuta.