Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'ora del derby, Lucarelli e Castori: nessuno può sbagliare

 Un derby di qualche anno fa

Oltre 11mila spettatori per Ternana-Perugia

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Dopo l'anticipo tra Brescia e Benevento (1-0) la sesta giornata del torneo di serie B ha visto ieri in campo 16 squadre. Oggi la partitissima del Liberati chiude il quadro. Come ogni settimana abbiamo posto una serie di domande al campionato. A cominciare dal derby che forse quest’anno è arrivato un po' presto.
Eravamo abituati a sfide nel cuore della stagione o nel finale come capitato ad aprile quando il Perugia si giocava i play off. Il fascino è però intatto e i motivi non mancano di certo nonostante siamo solo a metà settembre e la classifica deve ancora esprimere i primi verdetti importanti.
Però i punti sono sempre pesanti
Altro che. Nessuno può permettersi il lusso di perdere. Le vittorie nell'ultima giornata hanno aiutato entrambe le squadre. Lucarelli ha ottenuto il primo successo esterno, Castori ha salvato la panchina superando con merito l'Ascoli e ottenendo anche i primi tre punti del campionato. Ma è chiaro che domani è un altro giorno e un risultato negativo nel derby potrebbe riaprire critiche e polemiche. Al contrario una vittoria darebbe slancio ulteriore e potrebbe inaugurare scenari ancora inesplorati. Perchè, e non è retorica, questa sfida ha un sapore particolare e non può essere paragonata a nessuna altra gara.
Lo testimoniano anche le presenze sugli spalti
Sì, più di quelle registrate al Liberati nella passata stagione. Abbondantemente sopra le 11mila unità. Curva Nord ed Est sono andate esaurite in breve tempo, buona anche la risposta perugina nonostante i gruppi organizzati pure quest'anno abbiano deciso di disertare la sfida.

 

Negli ultimi due anni ha sempre vinto la Ternana
Decisivi Salzano nella finale di Supercoppa di serie C e Donnarumma ad aprile. Ma non vuole dire nulla, Perugia potrebbe rispondere dicendo che nelle tre gare precedenti aveva ottenuto due volte i tre punti grazie ad Ardemagni e Nicastro. In mezzo anche il pareggio firmato Montalto-Di Carmine.
Già, Di Carmine. Lui che alla Ternana ha segnato tre volte.
Vero, ma senza vincere mai. La doppietta al Curi (2018) che aveva portato il Grifo sul 2-0 alla fine del primo tempo, venne clamorosamente ribaltata nella ripresa dal bis di Montalto e dalla rete di Tremolada. Pesante, invece, il rigore trasformato al Liberati (2017) nella gara d'andata perchè consentì al Perugia il pareggio a tempo quasi scaduto.
Out Falletti e Pettinari tra le Fere, Strizzolo in dubbio in casa Grifo
Il centravanti di Castori (già a quota due reti) alla fine ci sarà, il genio di Artigas e il bomber romano no. Due assenze di rilievo per Lucarelli considerato quanto l'uruguaiano pesi nell'economia del gioco rossoverde e come abbia già più volte fatto male al Perugia nel derby. Discorso analogo per l'ex Lecce autore della rete del pareggio al Curi nello scorso campionato. 
Però le alternative non mancano
Ci sono rose ampie da entrambe le parti. Lucarelli dovrebbe recuperare Partipilo e potrebbe spostare più avanti Palumbo a ridosso dell'unica punta Donnarumma visto che Favilli non è al meglio e il baby Moro ha qualche problema muscolare. Dall'altra parte Castori dovrebbe aver trovato la quadratura offensiva con il tandem Strizzolo-Di Carmine. Qualche problema potrebbe esserci dietro con Angella ancora non al meglio e Curado costretto all'ultimo al forfait.

 


E si torna a parlare delle difese.
Quella del Perugia ha risposto alla grande nel match interno con l'Ascoli giunto al Curi ancora senza sconfitte e con il capocannoniere Gondo in grande spolvero. Il ritorno di dell'Orco ha sicuramente contribuito a una maggiore solidità del reparto dopo una serie di prestazioni da dimenticare. La Ternana deve, invece, ancora registrare alcune situazioni. A Parma ha incassato altre due reti, in tutto fanno nove, solo il Pisa ultimo in classifica ha fatto peggio con 10. E’ vero che la prolificità offensiva compensa spesso le cose, però verrebbe da pensare cosa potrebbe essere la Ternana se anche davanti a Iannarilli venissero sistemate le cose...
Bartolomei ha sistemato il centrocampo del Grifo e Corrado la sorpresa più lieta a Terni?
Il primo ha portato esperienza e personalità nella zona nevralgica. E’ vero che serve sempre la conferma ma parliamo comunque di un giocatore che non ha bisogno di grandi presentazioni. Il giovane rossoverde si è inserito subito bene e sabato scorso ha persino segnato il primo gol in serie B. Meglio di così...