Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Juve-Salernitana, mancavano le immagini decisive. Crolla la credibilità del Var

  • a
  • a
  • a

E' caos per il gol annullato alla Juventus contro la Salernitana. Le immagini rese pubbliche oggi, in cui spunta Candreva, non erano a disposizione del Var quindi per l'Aia va bene così. Il tentativo di sminuire quanto è accaduto da parte dei vertici arbitrali, sta facendo indignare tutti i tifosi, a prescindere dalle loro squadre del cuore: il Var, così concepito, aiuta a limitare gli errori dei fischietti oppure finisce per alimentare le polemiche e i sospetti sulla regolarità degli incontri e di conseguenza dell'intero campionato? Come è possibile che la tecnologia, ormai avanzatissima, venga usata così male? 

Tra l'altro il macroscopico errore di Juve-Salernitana, è soltanto uno dei tanti episodi. Il Lecce lamenta la mancanza di due calci di rigore, la stessa cosa la Lazio. Polemiche accese per un gol nella sfida tra Bologna e Fiorentina. Insomma un inizio di stagione disastroso per il Var. Un caos, al punto che qualcuno ha iniziato già a sostenere che era meglio prima. Nella nota dell'Aia si legge che "le immagini che riprendono Candreva vicino alla bandierina del calcio d'angolo e oltre la linea di Bonucci vengono da una telecamera non a disposizione del Var e pertanto non fruibile dagli arbitri. L'organo tecnico della Can ha anche chiesto espressamente alla società che fornisce il servizio tecnologico per la Var se la camera in questione, definita tattica, fosse a disposizione degli addetti alla Var per la gara disputata allo Juventus Stadium. La risposta che veniva fornita è che la camera non era a disposizione del Var e pertanto non era fruibile dagli arbitri. Con quanto precisato siamo convinti di aver fatto chiarezza sull’episodio”.

Tradotto: le immagini non c'erano, quindi l'errore del Var non poteva essere evitato. Un comunicato che forse fa chiarezza sulla disponibilità o meno del video, ma sicuramente finisce per infastidire ancora di più i tifosi. Se il sistema non copre tutto il campo, soprattutto in prossimità delle porte e delle aree di rigore, come fa a essere affidabile? E quanti errori rischiano di essere commessi da qui alla fine del campionato? Possibile che la tecnologia invece di essere d'aiuto diventa una spada di Damocle?