Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gp Monza, vince Verstappen. Leclerc secondo, poi Russel e Sainz. Polemiche e fischi per la safety car

  • a
  • a
  • a

Max Verstappen sfata il tabù di Monza dove non era mai salito sul podio e vince il Gp d'Italia. Il pilota della Red Bull, scattato dalla quarta fila, ha preceduto la Ferrari di Charles Leclerc, partito in pole. Sul podio anche George Russell con la Mercedes. Quarta l'altra rossa di Carlos Sainz, autore di una grande rimonta. La gara si è conclusa in regime di safety car che a quattro giri dalla fine (a causa della vettura ferma di Ricciardo), entra in ritardo, non si allinea davanti a Verstappen, impedendo così al gruppo di compattarsi.

Nel corso della gara il monegasco, dopo il primo pit stop con gomma gialla, al 34mo dei 53 giri complessivi ha montato le soft per cercare di recuperare il gap sull'olandese. Ma il campione del mondo, che ha operato il secondo pit stop a quattro giri dal termine, ha mantenuto la leadership tenendo a debita distanza la rossa di Leclerc. Poi il finale confuso segnato da un errore della direzione di gara. Soltanto a un giro dalla fine Verstappen è dietro alla safety car. Tra lui e Leclerc, però, ci sono due doppiati. Alla luce dei chiarimenti post Abu Dhabi 2021, non ci sono dunque i tempi materiali per finire la gara in regime di bandiera verde. E la gara si conclude con i fischi dalle tribune. Quinto posto per la Mercedes di Hamilton che precede l'altra Red Bull di Perez. A seguire Norris, Gasly, il debuttante De Vries, Zhou, Ocon e Mick Schumacher.

"E' stato un po' frustante vedere la safety car nei giri finale del Gran Premio. Non posso essere del tutto soddisfatto perché sono secondo. Peccato, mi sarebbe piaciuto vincere davanti a questo pubblico ma non è stato possibile. Il passo era forte ed eravamo piuttosto veloci". Così Charles Leclerc, pilota della Ferrari, al termine della corsa. "A tutti i tifosi dico grazie per il sostegno incredibile", ha concluso il monegasco rivolgendosi al pubblico in italiano.