Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sir, il presidente scala le Ande, la squadra fa rafting

la sir fa rafting

Sirci raggiunge quota 5640 metri in Cile, il team di Anastasi si allena in Valnerina tra le rapide

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Da una parte, meglio dall’altre parte del mondo, il presidente Sirci in vacanza scala la cima delle Ande cilene a 5.640 metri d’altezza, più vicino a noi risponde la Sir con una seduta di allenamento sui generis in Valnerina. Coach Anastasi ha deciso di rallentare i pesanti ritmi giornalieri con una seduta più divertente dedicata al rafting. E’ così che la squadra si è portata a Serravalle in Valnerina tra le rapide del Corno. “Per cementare il gruppo e l’intesa di squadra con qualcosa di più divertente e coinvolgente”, spiega il direttore generale bianconero, Bino Rizzuto. “I ragazzi sono rimasti molto contenti, c’è stata anche una simpatica sfida tra due gruppi: lo staff tecnico capitanato da coach Anastasi e la squadra con Leon al timone.

 

Una giornata alternativa, diversa dalla consueta routine degli allenamenti divisi tra sala paesi, palazzetto e il beach volley. Credo che alla fine lo spirito di sqaudra ne sia uscito raffozato”, chiosa il diggì riferendosi alla giornata di giovedì pomeriggio. Ieri, invece, il team bianconero è tornato ad allenarsi allo Zocco beach di San Feliciano con Anastasi che ha accolto in squadra il settimo giocatore. Piccinelli, escluso all’ultimo tuffo dai convocati per il Mondiale, ha infatti raggiunto la comitiva Block Devils ed è a disposizione di Anastasi. Ma se a Perugia la squadra ci dà sotto e si prepara, anche con nuove metodologie di allenamento, alla quarta settimana di ritiro, in America Latina il presidente Sirci raggiunge la vetta cilena delle Ande a quota 5640 metri.