Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grifo, dal mercato spunta Stramaccioni

 Diego Stramaccioni

Il difensore della Juventus potrebbe agevolare lo spostamento di Dell'Orco sulla fascia

Carlo Forciniti
  • a
  • a
  • a

Mentre la squadra continua a preparare la sfida in programma domani sera con il Bari, ad una manciata di giorni dalla fine del mercato il management del Grifo si muove su più fronti per completare la rosa. Se la ricerca di un centrocampista e di un esterno sinistro rappresentano due fronti caldi da qui al primo settembre, in queste settimane si è lavorato per fare arrivare a Pian di Massiano un nuovo centrale difensivo. Che potrebbe essere Diego Stramaccioni (2001). Mancino, di proprietà della Juventus dove milita nella Under 23, è originario di Bevagna. Molto strutturato fisicamente (è alto 1,90 centimetri) se l’operazione dovesse andare in porto, rappresenterebbe un’alternativa giovane ma di valore nel pacchetto arretrato. Le condizioni non perfette di Rosi, unite alla possibilità che Dell’Orco si ritagli sovente spazio da quinto, hanno suggerito al front office biancorosso di provare a firmare un difensore in più. Ai tempi in cui militava nella Vis Pesaro, Stramaccioni segnò al Curi contro il Grifo (che quella partita la vinse 2-1, ndr) in Serie C. Per lui fu il primo gol tra i professionisti.  Per quanto riguarda le uscite, Michele Vano (1991) troverà una sistemazione in una squadra di Lega Pro. Il Palermo ad oggi non è andato oltre un sondaggio sia per Melchiorri - sondato anche dal Cagliari - che per Kouan.

 

DUBBIO MELCHIORRI Intanto, si vanno delineando le scelte in vista dell’impegno contro i galletti. La rifinitura di questa mattina farà ulteriore chiarezza sull’undici da opporre ai pugliesi che molto probabilmente non si troveranno di fronte Federico Melchiorri. Quantomeno dall’inizio. La punta marchigiana convive con un affaticamento. Ieri ha lavorato a parte sul centrale dell’antistadio. Difficile possa rappresentare una concreta candidatura per una maglia da titolare. In attacco, il punto fermo sembra sia Olivieri. Di fianco a lui, potrebbe scoccare l’ora di Strizzolo pur se Di Serio e Matos - quest’ultimo in crescita di condizione dopo i problemi fisici di questa estate - hanno da giocarsi le proprie carte. Davanti a Gori nel 3-5-2 di partenza, si va verso la conferma del trio che bene ha fatto contro il Parma: Sgarbi-Angella-Curado. Sulle corsie, Casasola e Dell’Orco. Quest’ultimo è destinato ad essere riproposto sulla fascia mancina nonostante Lisi torni dalla squalifica. In mezzo al campo, Vulic sarà affiancato da Luperini e Kouan. Il pieno recupero di Santoro dà comunque più possibilità di scelte tra le mezzali.  Contro il Bari non ci saranno Iannoni e Rosi. Entrambi potrebbero riunirsi ai compagni la prossima settimana. Sul centrocampista filtra maggiore ottimismo il difensore sta lavorando sodo per tornare ad essere protagonista.