Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Qualificazioni Us Open, il perugino Passaro supera il primo turno: ora il francese Grenier

  • a
  • a
  • a

Un esordio da sogno per Francesco Passaro. Al primo Slam in carriera, sul cemento di Flushing Meadows a New York, il tennista di Perugia sconfigge l'australiano Marc Polmans 6-4 7-6 riportando un successo storico per tutta l'Umbria della racchetta, che mancava da una delle 4 competizioni più prestigiose al mondo dal lontano 1991.

 

 

Debutto anche con qualche brivido, come è giusto che sia considerato il proscenio, per l'allievo del Maestro Roberto Tarpani (ovviamente al seguito dell'atleta) che bagna comunque positivamente il primo turno del tabellone di qualificazione della rassegna americana. Primo set con doverosa fase di assestamento e break decisivo al decimo gioco per un Passaro particolarmente ispirato al servizio (7 aces).

 

 

Nel secondo parziale, avanti 5-2, l'azzurro classe 2001 subiva la reazione del più esperto australiano capace di appaiare l'umbro e di trascinare la contesa al tie break, dove però Passaro, con una grande reazione caratteriale, chiudeva senza titubanze. Continua dunque l'avventura a stelle e strisce per Francesco, che adesso sulla strada che porta al Main Draw troverà il francese Hugo Grenier, impostosi su Zeppieri in tre set (1-6 6-3 6-4). "Sono molto contento della prestazione di oggi e della mia prima vittoria in un torneo del Grande Slam. Sono partito molto bene, concentrato nel primo set - ha commentato Passaro dopo la partita -. Poi avanti 6-4 5-2 ho accusato un po' di tensione, di inesperienza visto che sentivo la partita in pugno. Però penso di essere stato bravo a gestire il momento delicato, a ripartire da capo sul 5-5 per chiudere bene al tie break. E ripeto, sono davvero felicissimo".