Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Filippo Ranocchia, che esordio in Serie A: il perugino promosso a pieni voti. Sfiora il gol e sforna giocate convincenti

Foto: Instagram AC Monza 

Gabriele Burini
  • a
  • a
  • a

Il sogno di ogni bambino che entra per la prima volta in un campo da calcio è quello di esordire, un giorno, in Serie A. Filippo Ranocchia, perugino classe 2001, quel sogno l'ha coronato ieri sera, sabato 13 agosto. Nella prima storica nella massima serie del suo Monza, il centrocampista di proprietà della Juventus, lo scorso anno in prestito al Vicenza (30 presenze, 1 gol e 3 assist), ha convinto per personalità e intraprendenza, andando più volte vicino al gol. Il club di Silvio Berlusconi, in cui gioca anche l'altro Ranocchia, Andrea, anch'egli umbro e in panchina per tutto il match di ieri, si è arreso per 2-1 al Torino, ma il prodotto del settore giovanile del Perugia è stato promosso a pieni voti.

 

 

"F. Ranocchia, 6,5 - scrive la Gazzetta dello Sport nelle sue pagelle - Personalità alla sua prima in A. Mezz'ala destra, lui che è solito farla a sinistra, sfiora due volte il gol. Esce per stanchezza" al 19esimo del secondo tempo. Stesso voto assegnatogli da Monza News: "Il ragazzo mostra ottimi spunti in mezzo al campo, specie nel primo tempo dove ha triangolato con piacere coi compagni, tentando anche la conclusione in un paio di occasioni. Ha la stoffa e speriamo che continui", scrive il sito locale, mentre per Tuttomercatoweb.com il giovane perugino è "il più pericoloso dei suoi, ci prova in più di un'occasione spaventando il portiere ospite. Col passare dei minuti manca la lucidità, inizia ad incamponirsi con le conclusioni". Il voto, manco a dirlo, è 6,5. Lo stesso datogli da Sky e dal Corriere dello Sport. Insomma, la prima pagella è più che positiva per il classe 2001.

 

 

Ranocchia, dopo la positiva stagione in Serie B con il Vicenza, ha voluto "fortemente il Monza", come detto da lui stesso dopo l'amichevole estiva contro il Renate. "Per me questa è l’opportunità di confrontarmi con un campionato come la Serie A. Parliamo di una piazza che può aiutarmi molto a crescere e aspetto con ansia l’inizio della nuova stagione". Se le premesse sono quelle dell'esordio, il Monza - e la Juventus - possono dormire sogni tranquilli.